Ombrina marinata firmata da Andy Luotto

Andy Luotto, pseudonimo di André Paul Luotto, attore, cantante, conduttore televisivo e cuoco statunitense naturalizzato italiano, scoperto da Renzo Arbore fin dalla metà degli anni settanta, lunedì scorso al mamì bistrot di Gallipoli, ha marinato una grossa ombrina boccadoro o bocca d’oro appena pescata a Torre Suda, Marina di Racale, nell’impianto di acquacoltura in mare…

Panettone al vincotto e bergamotto al Donna Rosa di Surbo

È tempo di panettoni. Per Natale il maestro pasticciere Vincenzo Calvara del bar pasticceria Donna Rosa su via Lecce 128 a Surbo, ha ideato l’ottimo panettone al vincotto salentino, prodotto tipico di Puglia, derivato dalla lenta cottura del mosto d’uva cotto (cuettu appunto) che raggiunge la consistenza di uno sciroppo completamente analcolico. Il vincotto è…

A Scorrano il presepe di sabbia

Quattro artisti di fama internazionale, Leonardo Ugolini, Marielle Heessels, Mac David e Lucas Bruggemann, impastando con acqua dell’ottima sabbia raccolta in una cava di Acquarica del Capo, originata da sedimentazione e non da frantumazione, hanno realizzato tre stupende sculture presepiali arricchite da elementi architettonici e artistici del territorio salentino e della tradizione locale, nel chiostro…

Bacio di Satana Vizzino a Minervino di Lecce

Il bacio di satana, peperoncino ciliegino rosso piccante di origine calabrese, appartiene ai Capsicum annuum dal portamento a forma di alberello ramificato. La pianta molto rigogliosa raggiunge i 40-60 centimetri di altezza e produce peperoncini cha hanno una dimensione che va da 2,5 a 4 centimetri. I frutti, a maturazione completata, diventano di colore rosso…

La prima della quatara al Traffic Q8 di Tuglie

La quatara, fresca di vernice, ha esordito sabato 20 ottobre al bar Traffic di Alessio Malorgio sulla stazione di servizio Q8 di Tuglie. Il truck food leggero e maneggevole firmato da Antonio Venneri ha la stessa funzione del capiente quatarotto, ma anche farsura e cazzalora, sospeso alla camastra dove a Natale si friggevano pittule sotto…

POVERI MA BUONI

Poveri ma buoni. Poveri, sono gli ingredienti di terra e mare utilizzati da massaie e pescatori salentini per preparare coloratissimi piatti sfiziosi, creativi e fantasiosi; buoni perché sàpidi, gustosi, dal gusto pieno e soprattutto appetitosi per soddisfare completamente l’appetito, il desiderio di cibo, la fame della povera gente che un tempo zappava la terra da…