Tra sfilate e chiangimorti si chiude il Carnevale

Cala il sipario sul Carnevale, domenica 15 e martedì 17 febbraio 2015, con le sfilate di carri allegorici, gruppi mascherati e scuole di danza a Gallipoli, Corsano e in Grecìa Salentina.

A Gallipoli, domenica, si replica il grandioso spettacolo dei carri organizzato dalla “Fabbrica del Carnevale” con il patrocinio dell’Assessorato Turismo e Spettacolo del Comune di Gallipoli. I carri realizzati dai maestri cartapestai gallipolini con la direzione artistica di Alberto Greco, a mezzogiorno, percorrendo il centralissimo corso Roma, raggiungeranno piazza Moro dove sosteranno fino alle 15,30, quando re Candallino e sua maestà Mendula Riccia avvieranno il corteo per raggiungere il baldacchino reale in piazza Tellini. Fino a sera sfileranno i cinque giganteschi carri accompagnati da coloratissimi gruppi in maschera, da danze e musica a cura delle scuole di ballo locali che raccontano la Divina Commedia di Dante Alighieri con personaggi dei giorni d’oggi. Un esempio per tutti: l’Arpia, ovvero la tedesca Angela Merkel, che sovrasta minacciosa con la sua politica di rigore, l’Italia ridotta all’osso, in mano a Renzi, con accanto padre Dante che non si può neppure consolare con un bicchiere di vino perché il fiasco è a secco. Martedì, 17 febbraio, il Carnevale si sposta nella Città Vecchia dove alle ore 16,00 su via Antonietta De Pace sfilano solo i gruppi mascherati per la premiazione e per la grande festa dalle 19 fino a mezzanotte sul sagrato della Chiesa di San Francesco d’Assisi con artisti, acrobati, giocolieri e mangiafuoco in attesa dei dodici rintocchi del Campanone.

C’è un pizzico di sana ironia anche nella XXXIII edizione del Carnevale di Corsano e del Capo di Leuca  promosso dalla Pro Loco presieduta da Salvo Bleve. Domenica e martedì sfileranno per le vie di Corsano cinque carri accompagnati da gruppi in maschera e scuole di danza. Di grande attualità il carro “Caos” realizzato dal gruppo “Mir”, coordinato dal giornalista Cesario  Ratano,  con la statua della Libertà rotta tra le macerie, come dire la libertà perduta, dominata dal kryptoniano Kal-El, il Superman Matteo Renzi, incalzato dalla Araba Fenice, l’Europa che rinasce dalle ceneri della crisi economica. Gli altri carri: “La storia infinita” del gruppo “Quelli che il Macello”; “Tra sogno e realtà” realizzato dal gruppo “I Mena mena”; “Il segreto del faraone” allestito dall’associazione “Geppetto torna a scuola” raffigurante Iside, la dea della maternità, e Tutankamon, il faraone bambino e “Un giorno di Felicità”, il carro della Pro Loco che apre la sfilata.

In Grecìa Salentina si fa festa a Martignano, domenica alle 14.30 con la grande

sfilata di gruppi mascherati e carri allegorici e, martedì, tutta la giornata, in piazza della Repubblica, con la “Morte te Lu Paulinu”.

Martedì grasso, ultimo giorno di Carnevale, alla gran kermesse carnascialesca salentina si aggiungono i chiangimorti che piangono (un tempo più numerosi, oggi molto meno) a Gallipoli tra le stradine della Città Vecchia la dipartita del giovane militare Teodoro, Lu Titoru, strozzato da una polpetta, e a Martignano Lu Paulinu. Qui, il trapasso a miglior vita del Carnevale (Lu Paulinu) è spettacolarizzata nell’Agorà, dove la vedova in lacrime,  la Nina Sconza (Quaremma), cumpare N’toni, cummare Licchia, l’angilu Giocondu, lu ziu Peppinu, la papara, la ciuccia e tutti i parenti chiangimorti, vicini e luntani, si consolano sin dal mattino con fumanti pezzetti di cavallo al sugo degustati “alla furcina” e, a mezzogiorno con il più tradizionale “consulu”, pranzo pubblico di piatti tipici della Grecìa e la trippa con le patate di Italo Chironi.

 

Salento in Tasca n°837 del 13 febbraio 2014

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...