Le eccellenze pugliesi allo Streeat Foodtruck Festival di Sesto San Giovanni

Al Carroponte di Sesto San Giovanni, è ritornata nell’ultimo weekend di maggio, dal 29 al 31, la carovana di Streeat European Food Truck Festival dove le eccellenze pugliesi hanno conquistato i palati milanesi più raffinati. Nella prima edizione, nel 2014, i food truck erano 18, quest’anno invece in 50 hanno presentato l’ottimo cibo di strada su due, tre e quattro ruote. Sesto San Giovanni (Sèst San Giuàn) con i suoi 80mila abitanti è il comune più popoloso della Città Metropolitana di Milano in Lombardia. Sesto, indica la distanza in miglia da Milano lungo l’antica strada romana che lo collegava a  Monza (ad sextum lapidem), e San Giovanni, introdotto a partire dal 1100, per rendere chiara la dipendenza di Sesto dalla Basilica di San Giovanni a Monza. Nel secolo scorso è stata sede di una delle più grandi ed estese concentrazioni industriali d’Italia. Nell’ex zona industriale Ansaldo Breda di Sesto, il Carroponte, potente gru costituita da una travatura orizzontale munita di carrello-argano che scorre su rotaie, abitualmente utilizzato per manifestazioni e concerti,  ha ospitato la carovana dei colorati food truck organizzata da Barley Arts, fondata nel 1979 da Claudio Trotta. Dopo due mesi  in giro per l’Italia  con quasi 200 mila presenze registrate  tra Roma, Firenze, Bologna e Sarzana, si è tornati a casa, dove tutto è cominciato.

In questo appuntamento milanese con il festival dedicato al cibo di qualità su ruote a ingresso gratuito,  la Puglia ha presentato: patata,frisa, puccia e bombetta.

La “Novellina”, patata novella di Galatina Dop a pasta gialla di piccole dimensioni prodotta da Rocco Biasco ad Alliste, è stata cotta a vista con Vincotto balsamico, rosmarino, curry, olio e sale dallo street chef Francesco Manco di Melissano  nel pentolo della credenza on the road targata “Più gusto-Hi Quality Salento Street Food”, dove tra l’altro sono esposti tarallini e friselline al Vincotto prodotti da Emiliano Preite di Casarano.

Antonio Negro originario di Galatina e Alessandra Stefanizzi d’origine scorranese hanno presentato nell’aPuccia, simpatico connubio  tra Ape e Puccia, frisa e puccia “Più gusto-Hi Quality Salento Street Food”, condite in tutte le salse con prodotti freschi dell’orto. Molto apprezzata anche la puccia farcita con scapece gallipolina Manno.

Grande esordio, sotto il coloratissimo Carroponte, del Moto Grill Guzzi dove lo stravagante street chef torinese Antonio Lembo ha proposto la bombetta di Cisternino.

SALENTO in TASCA n°853 del 5 GIUGNO 2015

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...