Anche i turisti vendemmiano il Vermentino Coppola di Tenuta Santo Stefano

E’ iniziata la vendemmia 2015. Come consuetudine di Cantina Coppola 1489, la vendemmia parte con la raccolta del Vermentino, giunto quest’anno  alla trentesima vendemmia. L’azienda coltiva questo particolare vitigno dal 1980  nella Tenuta Santo Stefano, in agro di Alezio, caratterizzato da terreno argilloso, al confine con il territorio di Gallipoli, a 70 metri sul livello del mare, di proprietà della famiglia Coppola dal 1927, anno in cui Niccolò Coppola lo acquistò. La tenuta Santo Stefano che  si stende lungo un tenue pendio affacciato sul golfo di Gallipoli, in un microclima di rara specificità, mitigato dall’influsso benefico del mare e da una spiccata ventosità, è estesa complessivamente 14 ettari, coltivati in parte a Vermentino,  vitigno a bacca bianca, con il classico sistema a spalliera con sesto d’impianto 2,20×0,90 metri. L’idea di impiantare questo insolito vitigno nel Salento fu suggerita a Carlo Antonio Coppola, padre  di Giuseppe e Lucio, da Giovanni De Rinaldis, allora a capo dell’Ispettorato agrario,  dopo un viaggio in Sardegna  durante il quale i due osservarono non poche affinità tra il terreno e le condizioni climatiche di quella  zona con  il Salento jonico. Carlo Coppola, attento custode della tradizione e al contempo intuitivo innovatore iniziò la sperimentazione, portata a termine con la guida dell’Istituto Enologico di Conegliano Veneto e con la collaborazione di altri esperti del settore. Nell’arco jonico-gallipolino, il Vermentino ha subito trovato terreno e microclima favorevoli. Presto il vitigno ha prodotto ottimi risultati.  Angelo Costacurta e Antonio Calò  nel loro volume “Dei Vitigni Italici”, nel 2004, segnalarono il Vermentino di Cantina Coppola come una delle migliori espressioni del vitigno, fuori dalla Sardegna e dalla Liguria. Da quegli anni, il Vermentino si è andato affermando anche nel Salento. Il Vermentino “Li Cuti” di colore bianco paglierino, netto e brillante,  con un bouquet delicato di fiori e una vigorosa mineralità, racchiude le note sapide e la complessità del territorio in cui è coltivato.

A strappare alla rigogliosa spalliera di foglie pentagonali color verde scuro di Tenuta Santo Stefano quel grappolo medio, cilindrico, mediamente spargolo dall’acino medio grosso di colore giallo verdastro o giallo, sono dei vendemmiatori speciali che hanno rinunziato alla tradizionale  colazione con cornetto e cappuccino per imboscarsi tra le fresche frasche del Vermentino per mettere in bocca qualche acino ambrato dalla polpa succosa. Sono i turisti in vacanza al Camping La Masseria realizzato  nel 1980 e impreziosito nel 2004 con la moderna Cantina Coppola 1489, primo modello in Italia di Cantina ospitale dove si cucinano tipicità locali di terra e mare,  si beve vino e all’occorrenza si vendemmia e si fa il vino.

Nunzio Pacella su SALENTO IN TASCA n°864 del 28 AGOSTO 2015

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...