Il gusto salentino a tavola a La Locanda dei Camini di Botrugno

Il Circuito della Buona Cucina nel Salento è promosso dal sodalizio gastronomico tra Masseria Melcarne a Surbo di Francesco Leo e Betty Grassi,  La Locanda dei Camini a Botrugno di Oronzo Rizzello e Giuseppe Erriquez e A Casa tu Martinu a Taviano di Vincenzo Portaccio.

Il circuito virtuoso ha promosso il viaggio enogastronomico in tre tappe.  Venerdì 15 gennaio 2016 è approdato nel centro storico di Botrugno al ristorante La Locanda dei Camini che racconta la fusione originale tra arte e tavola dove protagonista è lo chef pittore Oronzo Rizzello che ha trasferito alle pareti delle salette del palazzo ottocentesco con volte a stella e romantici camini le sue due grandi passioni: l’arte e la gastronomia.

Gli chef dei tre ristoranti del Circuito: Matteo Taurino, Rosanna Elia, Stefano Previtero  e lo chef residence Oronzo Rizzello, la sous chef Anita De Pietro e il resto della brigata Fiorina Chiarello e Marina Paiano  hanno preparato dei gustosissimi piatti serviti a tavola da Giuseppe Erriquez, Massimiliano Elia (maitre sommelier), Claudio Rizzello e Claudia Donadeo. I vini sono stati offerti da: Cantina “I Pàstini” di Martina Franca (Antico Locorotondo Dop); Cantina vinicola Torrevento di Corato (Veritas Castel Del Monte DOCG Rosato); Azienda Agraria  Duca Carlo Guarini di Scorrano (Nativo e Ambra).

Gli ospiti hanno degustato: i crudi (gamberi rossi e zenzero con sale a scaglie di Cipro; filetto di sarago con mostarda di pere piccante; tartara di alalunga con pompelmo rosa) ed i cotti (fagottini con ortiche e gamberi rossi; totano ripieno con cicoria selvatica e mandorle; pasta kataifi con zucchine e seppioline) preparati da La Locanda dei Camini; tortello alla paparina selvatica con pesto all’extravergine d’oliva e maccheroncini di grano con paté di oliva Cellina di Nardò su purea di fave preparati da Masseria Melcarne; cosciotto d’agnello alle erbe aromatiche con insalatina di carciofi preparato da A Casa tu Martinu. In piatto unico sono state servite le “Dolcezze a Tre Mani” cioè preparate dagli chef dei tre ristoranti del Circuito: sfere di ricotta calde aromatizzate al limone; mousse di primo sale agli agrumi con biscotto di mandorle e salsa ai fichi; spumoncino al pistacchio di Bronte con cuore di mandarino caramellato.

Il patron de La locanda dei Camini, per qualche ospite più esigente ha preparato due piatti gourmet da leccarsi i baffi: pesce san Pietro in forno con patata novella di Galatina Dop e un eccellente spaghetto mantecato in salsa di fiaschetto insaporita da gamberi rossi di Gallipoli.

Nunzio Pacella su Salento in Tasca n°884 del 22 gennaio 2016

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...