Panini e scarpette al Mamì bistrot di Gallipoli

Il cuoco epicureo Andy Luotto che nel corso della sua carriera ha sempre saputo unire l’anima americana e metropolitana al calore e alla creatività della cucina mediterranea, ha lanciato il 5 dicembre scorso al mamì bistrot di Gallipoli, panini e scarpette.
Il geniale e originalissima format ideato da Mino Lotti e Andy Luotto può essere già esportato fuori dai confini della Puglia, come ambasciatore di un “easy food” quasi emozionale, fatto soprattutto di sapori semplici e sani, ma impreziosito da una gestualità tipica del buon stare insieme allegramente.
Andy Luotto ha simpaticamente accolto al mamì di Gallipoli ospiti come Massimo Vaglio di Nardò, esperto di tipicità pugliesi, Anna Fiorenza e Daniele Romano del Birrificio Daniel’s di Manduria oltre ad avventori occasionali a cui ha servito personalmente panini di terra, mare e deliziose scarpette, in via della Cala 15, alle ore 20, dove non è difficile assistere alla vendita del pescato e all’asta del famoso gambero viola di Gallipoli.
La Città Bella, punto d’incontro tra antico e nuovo, dove la tradizione di una cucina frutto di mille contaminazioni evolve in forme e sapori, ha strizzato l’occhio al futuro. È da questa ispirazione che è nato il mamì con il suo street food all’avanguardia e la volontà di essere anche laboratorio di gusti e proposte culturali. Questo piccolo luogo, da un lato incanta con l‘aria gentile e raffinata quasi da bistrot francese e, dall’altro, seduce con la sapida e profumata forza della cucina del sud.
Panini e scarpette, già frutto di una sottile alchimia tra materie prime fresche altamente selezionate e l’autoproduzione accurata, preparati da Andy Luotto con l’aiuto della sous chef Adriana De Lorenzis sono stati documentati da Gianluca Ciardo video maker di Bari e serviti ai tavoli da Alessandra Chetta, Mattia Lotti e dallo stesso Luotto.
Si tratta di 5 panini di mare denominati: baccalà, seppia, spada, alice e gambero di evidente tradizione marinara; 7 panini di terra: arrosto di capocollo, arrosto di tacchino, roast beef, ‘nduja, nonna, paparina, vegetariano e 10 scarpette: tonno, contadina, pesto, acciugata, ‘nduja, stracciatella, paparina, salmone, baccalà e ragù che raccontano prodotti di terra e mare del Salento. Il barman Lorenzo Spano ha preparato i cocktail messi a punto dal gustosofo Michele Di Carlo che hanno accompagnato panini e scarpette preparati da Andy Luotto.
Salento in Tasca n°1030 del 14 dicembre 2018

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...