Processione, gare e gustosi piatti di pampasciuni a Galugnano

Nel paese mariano di Galugnano, frazione di San Donato di Lecce, la processione in onore della Madonna Addolorata, nota come Matonna te li pampasciuni, è stata avviata nel pomeriggio di venerdì 1° marzo dal parroco don Giuseppe Renna dalla Chiesa Madre fino alla secentesca Chiesa di Santa Maria della Pietà.
La Festa della Madonna te li pampasciuni è stata promossa da Alessandro Quarta, sindaco di San Donato, Andrea Munno, consigliere delegato al Turismo e Ilenia Taurino, assessore alla frazione, per raccontare la biodiversità del bulbo di marzo ovvero il pampasciune, Muscari comosum Mill. o Leopoldia comosa (L.) Parl. dedicato a Leopoldo II, granduca di Toscana.
Giovedì 7 marzo, nella suggestiva cornice del quattrocentesco Palazzo Baronale Dellanos, sono state selezionate 27 ricette preparate da aspiranti appassionati dell’arte culinaria regionale e della cucina rivisitata. La giuria presieduta dal giornalista Pantaleo Rollo e composta da Daniela Terzi, Giovanni Maschio, Luana Rollo e Bruna De Giovanni ha scelto 8 piatti di cui 4 per la categoria tradizione e 4 per quella dell’innovazione.
Pampasciuni day, sabato 9 marzo, ha visto in mattina la performance di chef e cuoche; nel primo pomeriggio la dotta riflessione sul pampasciune pugliese coordinata dal vice sindaco Salvatore Tanieli con la partecipazione dello scrittore e gastronomo Massimo Vaglio e del responsabile del Progetto Biodiverso dell’Università di Bari Pietro Santamaria; in serata la passerella degli 8 partecipanti selezionati il 7 marzo e la premiazione di Antonietta Frigelli (87 anni) che con il “Piatto della nonna Tetta” ha conquistato il podio per la categoria tradizione insieme a Giuseppe Zilli per quella dell’innovazione con “Il mito del poeta” preparato con una crema di fagioli cannellini, pampasciune caramellato, puntarelle (germogli di cicoria catalogna), zenzero, buccia d’arancia e lime.
Tra tradizione e innovazione si è giocata anche la partita tra chef, cuoche e il talentuoso gelatiere Roberto Donno di Dolce Arte di Cutrofiano che ha fatto degustare ad ospiti e giornalisti il gelato di pampasciuni innaffiato di “Cioccoliamoci”, ovvero cioccolato, olio extravergine d’oliva, grappa e vincotto ingentilito Venneri.
Apprezzate per gusto e creatività i piatti di Cosimo Simmini, Ivan Spirto, Fabio Papadia, Fabiola De Lorenzis, Giuseppe Dell’Anna, la cuoca per passione Daniela Terzi e quella itinerante salentina Alessandra Ferramosca.
Salento in Tasca n°1042 del 15 marzo 2019

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...